16/10/2019

IL PROGETTO FARMER 4.0 – UNA OPPORTUNITA’ PER AGRICOLTORI INNOVATIVI

Il Piano di sviluppo rurale (PSR) individua i fabbisogni dell’agricoltura stanziando a tale scopo 1 miliardo di euro circa di finanziamento pubblico, disponibile per un periodo di 7 anni che va dal 2014 al 2020. Si tratta di raggiungere, tra gli altri, un importante obiettivo quale lo stimolare la competitività del settore agricolo garantendo la gestione sostenibile delle risorse naturali e realizzando uno sviluppo territoriale ed economico delle comunità rurali attraverso formazione e innovazione. Il tutto dedicando grande attenzione ai cambiamenti climatici, alla filiera agroalimentare e agli ecosistemi, oltre che ad un uso efficiente delle risorse. Il Piano di sviluppo rurale attua una delle priorità UE riguardante lo “sviluppo di un’istruzione e una formazione professionale di alta qualità basata sul lavoro” ed è proprio in questo contesto che si inserisce fortemente il progetto FARMER4.0, finanziato nell’ambito del Programma Erasmus+ dalla Commissione Europea. L’intento è quello di stimolare il passaggio di competenze tra gli agricoltori - che possiamo definire “tradizionali” - e tecnologi, ricercatori e imprenditori agricoli dell’era digitale attraverso (ma non solo) lo sviluppo di formazione esperienziale attraverso attività di Job shadowing e Coworking. Nel caso del Job Shadowing (cioè l’osservazione in situazioni pratiche lavorative) si impara osservando i professionisti impegnati nel loro quotidiano lavoro; attraverso il Coworking, che si concretizza soprattutto nella condivisione di conoscenze e di spazi dove collaborare, si assisterà ad una vera e propria contaminazione “inter generazionale”: in presenza e condividendo spazi ed idee sia all’interno delle officine FarmerLab 4.0 (veri e propri laboratori di lavoro condiviso e messa in comunione di idee), che nell’ambito del simulatore online e ancor più grazie alla piattaforma OPEN Farmer4.0, si creerà una comunità innovativa transnazionale in campo agricolo in grado di condividere agevolmente saperi ed esperienze.

Il partenariato si compone di: Politecnico di Torino, Consorzio Scuola Comunità Impresa (CSCI) di Novara, Università di Tecnologia di Compiègne, l’Istituto Politecnico UNILASALLE di Beauvais, l’Azienda agricola abruzzese Agrianto, l’associazione turca “Trace of Fireplace - Ocar Izi Dernegi” e lo spagnolo Consorci de La Ribera, consorzio di 47 comuni agricoli valenciani.

FARMER4.0 vuole rappresentare anche un’ottima opportunità per disoccupati/inoccupati che intendono riqualificarsi nel settore dei “green jobs” cioè lavori che contribuiscono a preservare la qualità ambientale: obiettivo ultimo è di favorire la creazione di un modello innovativo di “Fattoria Globale 4.0”, luogo in cui si incontrano e concretizzano sapere tradizionale e tecnologia dove si assiste all’evoluzione del concetto di imprenditorialità agricola maggiormente spinta all’innovazione e alla competitività internazionale.

Per info sul progetto:

Alessandro Varallo

info@cscinovara.it

 

 

 

News

Novara , 04.11.2019

LA MATEMATICA COME LINGUAGGIO PER SVILUPPARE NEI BAMBINI IMPORTANTI COMPETENZE TRASVERSALI….E NON SOLO

Proporre agli studenti un modo di studiare innovativo, cosi come un innovativo modo di sentire e comprendere le cose, è possibile. Soprattutto per una materia come la matematica, vista...